Nello scontro con l’Unione europea, la prima buona notizia – si fa per dire – per il governo Conte arriva da Mario Draghi: poiché l’economia europea sta rallentando, a dicembre la Banca centrale europea potrebbe proseguire con gli acquisti straordinari di titoli di Stato del programma Quantitative easing (15 miliardi di debito pubblico al mese). […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Presidenza Istat, Cgil: “Il profilo di Blangiardo è incompatibile”

prev
Articolo Successivo

Minniti pare Godot: Renzi lo investe, lui tentenna ancora

next