Prometteva benissimo all’asta da Phillips a New York due giorni fa il Grande legno e rosso creato da Alberto Burri tra il 1957 e il 1959. Stimato tra i 10 e i 15 milioni di dollari e anche qualcosa di più, avrebbe potuto segnare finanche un record. Invece è rimasto invenduto. Ad aggiudicarsi il prezzo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

La Consulta su Fabo e Cappato: aiutare il malato non è reato

prev
Articolo Successivo

Brexit, l’inverno sta arrivando May punta sull’incubo no deal

next