A fine anno la Banca centrale europea concluderà il suo programma di acquisti noto come Quantitative easing (Qe), ma la congiuntura dell’Eurozona mostra segni di affaticamento in alcune delle sue maggiori economie: nel terzo trimestre l’Italia è tornata a stagnare e la Germania (ma si avrà conferma solo il 14 novembre) dovrebbe segnare una forte […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Aziende e operatori: più trasparenza

prev
Articolo Successivo

Il populismo raccontato dai fatti senza giudizi né sentimenti

next