Per capire la reale portata dell’art. 41 del decreto Genova sull’utilizzo in agricoltura di fanghi di depurazione pesantemente contaminati, occorre almeno conoscere i termini della questione. In estrema sintesi. La legge speciale italiana (D 99/92) parte dal presupposto che dovrebbe trattarsi di fanghi derivati da scarichi “civili” e quindi non prevede limiti per contaminanti tipicamente […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Una separazione consensuale per il Pd

prev
Articolo Successivo

Prescrizione, i processi durano troppo perché se ne fanno troppi

next