Sono tre le ragioni che spingono Luca Parnasi a promettere consulenze a Luca Lanzalone, l’avvocato paracadutato a Roma e nominato da Virginia Raggi alla guida di Acea. Le spiega a verbale lo stesso imprenditore agli inquirenti capitolini il 27 giugno 2018. “Mi è sembrato una persona capace e pensavo fosse utile intrattenere un rapporto con […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

“Voto di scambio, così avrebbe fatto Falcone”

prev
Articolo Successivo

Vip e migranti, stesso sangue: arte da importare

next