Polemiche roventi e incessanti gravano sul reddito di cittadinanza, la misura più qualificante e identitaria del M5S. Ora, ci si può legittimamente schierare a favore o contro; ritenerla un’azione utile a contrastare la povertà o, al contrario, giudicarla come l’ennesimo intervento assistenzialistico destinato in maniera preponderante al Mezzogiorno segnato da una drammatica situazione occupazionale e […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Il giovane profeta Langer e la crudeltà d’Europa

prev
Articolo Successivo

L’attrice che chiede l’elemosina

next