Altro che quota 100, il problema sociale più rilevante provocato dalla riforma Fornero non riguarda le pensioni di anzianità, cioè le pensioni basate sulla vita contributiva, ma quelle di vecchiaia, soprattutto le pensioni delle donne. La situazione forma oggetto di una discussione che sta avvenendo all’interno del palazzo dell’Inps, in una serie di calcoli che […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

La sinistra che applaude alla manovra espansiva

prev
Articolo Successivo

“Il governo ora cambi le norme e a Boeri chiedo più trasparenza”

next