Tesoro della Lega. La Pharus ai pm: “Qui soldi sospetti”

Toghe in Lussemburgo - Interrogati gli operatori della società che segnalò a Bankitalia i tre milioni dal Granducato all'Italia
Tesoro della Lega. La Pharus ai pm: “Qui soldi sospetti”

Gli inquirenti genovesi hanno sentito sei persone nei due giorni trascorsi in Lussemburgo per ricostruire i flussi di denaro dai conti della Lega Nord. Si tratta di alcuni operatori della società di gestione Pharus Management e altri della banca Rotschild. Un contributo che dovrebbe rivelarsi fondamentale alle indagini. Del resto furono proprio gli operatori della […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2019 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.