Finalmente, sospira Franco Roberti, ex procuratore nazionale antimafia e ora assessore alla legalità della Regione Campania. “L’introduzione della figura dell’agente sotto copertura nelle indagini per corruzione è un grosso passo avanti nella lotta contro l’illegalità nella politica e nella pubblica amministrazione”. È la novità forse più rilevante del nuovo disegno di legge anti-corruzione annunciato dal […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Renzi torna a fare politica in tv: spezzoni su Rete4 del suo documentario su Firenze

prev
Articolo Successivo

Vaticano, un dossier sul vescovo Farrell: ha convissuto per anni col cardinale dello scandalo McCarrick

next