L’auto blu che invade la corsia, una moto che inchioda, lo schianto. L’incidente in cui ha perso la vita Cesare Tiveron, colpito da un’auto di servizio della Regione Veneto il 15 settembre 2016 davanti all’ospedale di Padova, si sta trasformando in un intrigo medico-legale. Perché sul sedile posteriore della Fiat Bravo che ha compiuto la […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Tolta la scorta a Ultimo, “il Viminale chiarisca”

prev
Articolo Successivo

Ponte, l’ispettore revocato “poteva ridurre il traffico”

next