Papa Francesco puntualizza la dottrina della Chiesa e nel farlo riscrive le regole di una tradizione forse non limpidissima. Sulla pena di morte è categorico, definendola “inammissibile”, perché “contraria all’inviolabilità e alla dignità della persona”. Una posizione morale, a cui si aggiunge un deciso corollario politico, quando il Papa afferma che la Chiesa “si impegna […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Randelrapper, più pugni che rime: i clan di Booba e Kaaris se le suonano al gate

prev
Articolo Successivo

Fatto a mano di Natangelo

next