Vien quasi da provare invidia per chi, su Giuseppe Conte, ha già le idee chiare. Beati loro. Ci sono quelli per cui “sarà senz’altro il governo del cambiamento”, e quindi vai coi peana. E poi – soprattutto su tivù, social e giornaloni – ci sono quelli del “pregiudizio universale”, secondo cui sono tornati i nazifascisti […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Chiesa e pedofili, non basta la denuncia

prev
Articolo Successivo

Alitalia, i vertici esultano. Ma i piloti ora fuggono via

next