A nulla sono serviti l’appello a Paolo Gentiloni e le 15 mila firme raccolte dall’associazione Luca Coscioni. La richiesta al governo di non costituirsi davanti alla Consulta per difendere la costituzionalità del reato di aiuto al suicidio è caduta nel vuoto. E ieri, ultimo giorno utile, l’avvocatura dello Stato ha depositato una memoria per chiedere […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Ancora grattacieli e cemento, il nuovo sacco di Milano

prev
Articolo Successivo

Post-Buzzi, le coop romane provano a resistere

next