Di tanto in tanto ci sono libri che sono documenti dimenticati di cui si è perso anche il senso. Quei documenti perduti sono allo stesso tempo autentici e vuoti, prove vere che non provano niente. E anzi contrastano col presente fino alla negazione e allo scontro. Vi assicuro che è una esperienza da fantascienza avere […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Il turismo medicale fa tappa in Italia

prev
Articolo Successivo

L’esercizio distorto del potere secondo gli antichi giuristi

next