Il tempo scorre più velocemente, se si sale di quota. La situazione della nazionale italiana di sci alpino prova una volta la dilatazione gravitazionale del tempo, uno degli effetti della Relatività di Einstein. La nuova ondata di talenti di casa nostra, assieme ad alcune belle conferme, ha rivoluzionato ogni ranking, seguendo cicli impensabili in altre discipline. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Contatto (un po’ troppo) fisico per il regista Paul Haggis

prev
Articolo Successivo

Ambulanti

next