Complice la lingua decisamente ostica – lo Sloveno – il ministro della salute, Beatrice Lorenzin, scatena una nuova bagarre sul fronte vaccini in terra veneta. Il governatore Luca Zaia, come noto, ha deciso di impugnare davanti alla Corte Costituzionale il decreto che introduce l’obbligatorietà delle vaccinazioni. Nel tentativo di ribattere al presidente della Regione, Lorenzin […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

Il candidato delle “Iene” fa impazzire i sovranisti

prev
Articolo Successivo

Elezioni amministrative 2017 Calabria, “Voti mio fratello? Un lavoro e la mensa gratis”

next