Popolare di Vicenza, a Zonin & C. chiesti danni per un miliardo e mezzo

Depositata dalla Popolare di Vicenza l’azione di responsabilità contro gli ex amministratori che hanno distrutto la banca con la finanza allegra

6 Aprile 2017

Un miliardo e mezzo. Millecinquecento milioni di euro. È la cifra che la Banca Popolare di Vicenza chiede all’ex presidente Gianni Zonin e agli altri amministratori, all’ex direttore generale Samuele Sorato e ai suoi vice, nonché ai membri del collegio sindacale per i danni procurati alla banca dalla loro malagestio. Gli avvocati Carlo Pavesi, Stefano […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.