Bonjour, Marseille! En Marche! Marsiglia “è la città del mio cuore!”. Nella partita virtuale con Marine Le Pen, Macron segna subito il primo gol. È simpatico. Ammodo. Dice cose di sinistra con modi di centro. Vuole cuore, entusiasmo, speranze, non odio e muri. Dice: “Noi siamo per aggregare, non per dividere”. Come fai a non […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Kim il pazzo che ora spaventa il mondo

prev
Articolo Successivo

Georgio, da ministro a stilista e altre burle

next