Temevamo sarebbe stata una primavera noiosa e invece, salvo sorprese, potremo goderci un croccantissimo Congresso del Pd. Una tenzone straordinaria in cui bisognerà decidere se il segretario sarà ancora Matteo Renzi, quello che se perdeva il referendum si ritirava dalla politica, o se la congerie di conigli mannari che gli si oppone in varie forme […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

Autografi in contanti

prev
Articolo Successivo

Autografi in contanti

next