Il lungo discorso di Gesù nel cap. 5 del Vangelo secondo Matteo si incentra, nel brano odierno (Mt 5,17-37), sulla qualità della sequela del Maestro. Egli risponde indirettamente a chi si chiedeva: ma cosa ha di diverso e di nuovo questo profeta di Nazaret e come si pone nei riguardi della Legge che ci ha […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

L’Italia da sola si inchina a Donald Trump

prev
Articolo Successivo

La vignetta di Franzaroli

next