L’inchiesta che ha fatto tremare il governo Renzi e provocato le dimissioni dell’ex ministra Federica Guidi procede verso l’archiviazione. L’impianto accusatorio imbastito dalla Procura di Potenza, per la Procura di Roma non regge, e il pm Roberto Felici, che ha ereditato il fascicolo per competenza, ne ha chiesto l’archiviazione. Nessuna associazione per delinquere. E nessun […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

“Per Denis sono rimasto col cerino in mano”

prev
Articolo Successivo

Marino e le sue cenette: tanti cali di memoria e insufficienza di prove

next