Il partito “difesa della razza”

8 Gennaio 2017

Una mattina di gennaio la giovane Sandrine, anni 25, detenuta nel centro di identificazione ed espulsione di Cona (Venezia, 1.000 uomini e donne in lunga attesa, senza capire, senza sapere) viene trovata morta nelle docce gelide. Ci sono disordini e trasferimenti. Ma le vere conseguenze sono: basta accogliere, bisogna espellere, meglio: “rimpatriare”, perché sono troppi. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 9,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.

Gentile utente ti informiamo che gli articoli 4 e 6 delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori” relativi, in particolare, all’accesso ai contenuti e alle notizie pubblicate sul sito sono state modificati.

Ti invitiamo quindi a prendere visione della nuova versione delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori”, cliccando qui