È lui. Bruce Springsteen, il mito. La forza della natura, che ieri a Londra non era una forza scatenata come quando imbraccia la chitarra sul palco, salta, suda e canta indiavolato per ore. Ma una forza calma e riflessiva che parla della sua autobiografia Born to run, appena uscita (in Italia con Mondadori). In Gran Bretagna […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

In rete il Tripadvisor delle pompe funebri

prev
Articolo Successivo

Viaggio negli allevamenti horror: le ragioni per non mangiare carne

next