/ di

Lorenzo Vendemiale Lorenzo Vendemiale

Lorenzo Vendemiale

Giornalista

Leva (calcistica) dell’88. Dieci anni di lettere classiche ed una vita di sport. Erasmus a Parigi e Giochi olimpici a Londra, Milano e Roma per lavoro, Bari e il mare come unica casa.
A fare il giornalista ho cominciato piccolo e con Il Fatto Quotidiano sto diventando grande. Dal 2012 scrivo di sport, ma anche scuola, lavoro, politica. Non è come lo immaginavo da bambino, ma è quello che ho sempre voluto. Ho passato anni a studiare gli eroi e la poesia del mondo antico. E ho scoperto che nella società moderna lo sport è quel che più assomiglia alle emozioni con cui sono cresciuto.
Twitter: @lVendemiale

Articoli Premium di Lorenzo Vendemiale

Sport - 22 febbraio 2018

Sofia è più forte della sfortuna: oro in discesa dopo 6 infortuni

“Mammaaaa, ho vinto l’Olimpiade!”. Sofia Goggia ci ha messo un po’ per realizzare di aver raggiunto il traguardo che ha sempre inseguito, sin da quando era una bambina prodigio o una giovane promessa molto sfortunata. Campionessa olimpica nella discesa di sci alpino: quasi non ci credeva, quando ha tagliato lo striscione d’arrivo con un tempo […]
Politica - 20 febbraio 2018

Milan, i guai del socio cinese. Fuorigioco di B. dalle elezioni

Niente più colpi di calciomercato, trofei da esibire, sciarpe rossonere da sventolare: ai tempi del Milan, per Silvio Berlusconi fare campagna elettorale era più semplice. Oggi il club è stato venduto tra mille sospetti, riaccesi dalle rivelazioni del Corriere della Sera sullo stato di insolvenza della società di Yonghong Li: in futuro potrebbe finire nelle […]
Sport - 17 febbraio 2018

Maioli è oro: nel caos generale, la Corea (ora) un po’ ci sorride

Dopo Arianna e lo short track, Michela e il suo snowboard. Per ora Pyeongchang è l’Olimpiade delle prime volte azzurre. E delle donne. Mai l’Italia aveva vinto l’oro (almeno a livello individuale) in queste due discipline: dopo il trionfo della portabandiera Fontana, è arrivato anche quello atteso, e forse proprio per questo ancora più difficile, […]
Cronaca - 7 febbraio 2018

Serie A, il blitz di Cairo e Lotito con gli iberici per evitare Malagò

Un franchista, l’ex trotzkista e il fu capo della Consob, Giuseppe Vegas. Potrebbe essere questa la nuova guida della Lega calcio, secondo i piani di Urbano Cairo e Claudio Lotito. Dopo aver chiuso la partita dei diritti tv, ora la Serie A prova a nominare i vertici per uscire dal commissariamento prima che Giovanni Malagò […]
Italia - 6 febbraio 2018

Mediapro si prende il calcio: paura Sky, solo Mediaset gode

Dal 2018 e per tre anni il calcio italiano parlerà spagnolo: la Serie A abbandona Sky e Mediaset, inizia l’era MediaPro. I tifosi in realtà, forse, neanche se ne accorgeranno, perché le partite continueranno a essere trasmesse sulle solite emittenti. Ma dalla prossima stagione saranno gli spagnoli ad avere i diritti del campionato, grazie a […]
Politica - 3 febbraio 2018

Calcio in tv, Malagò lavora per salvare Sky e il Biscione

L’offerta che volevano è arrivata: un miliardo di euro a stagione, spicciolo più spicciolo meno, per la mediocre Serie A. Eppure i presidenti della Lega calcio non hanno ancora accettato la proposta di MediaPro: prendono tempo, alcuni addirittura spingono per un nuovo bando (il terzo), che avrebbe come sola certezza quella di penalizzare i tifosi […]
Politica - 2 febbraio 2018

E Malagò si prende tutto il pallone

Una squadra debole. E un uomo forte. Giovanni Malagò non sarà commissario della Federcalcio: un po’ per l’impegno dell’imminente Olimpiade in Corea, un po’ per il desiderio di sedersi al tavolo dei ricchi, il presidente del Coni ha deciso di prendere in mano la Lega. In Figc così arriva il suo braccio destro, Roberto Fabbricini, […]
Politica - 31 gennaio 2018

Figc: Malagò ora fa melina. Per la squadra, in ballo Costacurta e pure Maldini

Dopo aver forzato la mano per commissariare la Figc, adesso Giovanni Malagò fa melina: deve decidere se essere lui il commissario, che significa esporsi molto personalmente. E poi sabato parte un mese per la Corea (ci sono le Olimpiadi). Ma la situazione critica richiede una figura forte e difficilmente potrà tirarsi indietro. Non sarebbe il […]
Italia - 30 gennaio 2018

La Figc rimpiange Tavecchio e abdica. Ora arriva Malagò

Lacrime. Applausi. Standing ovation. Ma sono tutti per Carlo Tavecchio, il presidente passato alla storia per non aver qualificato la nazionale ai Mondiali e acclamato come uno statista al momento dell’addio. La giornata più folle del pallone italiano si è aperta così, ed è finita con un clamoroso nulla di fatto: spaccata dalle correnti interne, […]
Politica - 29 gennaio 2018

Avanti in ordine sparso. Il collateralismo è finito

Il collateralismo è morto: le associazioni di categoria non portano più pacchetti di elettori come in passato. Ormai l’imperativo è parlare con tutti, schierarsi con nessuno e fare i propri interessi. Il 4 marzo il mondo dell’associazionismo andrà al voto in ordine sparso, guardando con interesse al ritorno del centrodestra (e magari con un pizzico […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×