/ di

Enrico Nardelli Enrico Nardelli

Enrico Nardelli

Professore universitario di Informatica

Laureato in Ingegneria Elettronica alla Sapienza, professore ordinario di Informatica, sono dal 2002 al Dipartimento di Matematica di “Tor Vergata”. La mia più recente attività di ricerca si è dedicata alla Bioinformatica e ai Sistemi Informativi (con particolare attenzione ad una loro visione che integra gli aspetti tecnologici e quelli sociali/personali).
Coordino col collega Giorgio Ventre (Università di Napoli “Federico II”) il progetto Programma il Futuro attuato dal CINI, Consorzio Interuniversitario Nazionale di Informatica, per conto del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, per sperimentare l’introduzione strutturale nelle scuole dei concetti di base dell’informatica (pensiero computazionale) attraverso la programmazione (coding), usando strumenti di facile utilizzo e che non richiedono un’abilità avanzata nell’uso del computer.
Sono membro del Consiglio Direttivo del CINI, e membro del Comitato Direttivo di ACM Europe, la branca europea dell’Association for Computing Machinery, la più grande associazione internazionale di professionisti e studiosi di Informatica.
Sono stato dal 2010 al 2015 membro del Comitato Direttivo di Informatics Europe, l’associazione europea dei dipartimenti universitari e centri di ricerca di Informatica, ricoprendo i ruoli di Tesoriere e Vice-Presidente. Sono stato dal 2009 al 2014 membro del Comitato Direttivo di EQANIE, la rete europea per l’assicurazione della qualità nella formazione universitaria in Informatica.
Sono stato dal 2003 al 2008 il Presidente del GRIN (Gruppo di Informatica), l’associazione che coordina e promuove le attività scientifiche e didattiche istituzionali dei circa 800 docenti universitari di Informatica.
Ho provato con l’aiuto dei colleghi a convincere la politica dell’importanza di un serio utilizzo dell’informatica (www.informatica.uniroma2.it/convegno). Gli atti del convegno Informatica: Cultura e Società sono ancora un’utile lettura per chi ha a cuore un futuro migliore per il nostro paese.
Ho collaborato al testo Spatio-Temporal Databases.
Ho avviato una collaborazione con Isabella Corradini, psicologa sociale, insieme a cui ho pubblicato il testo La reputazione aziendale: aspetti sociali, di misurazione e di gestione edito dalla Franco Angeli. Nell’ottica di un approccio interdisciplinare, abbiamo fondato il laboratorio di ricerca Link&Think per lo studio e la valutazione di sistemi e dispositivi informatici, considerati da un punto di vista sia tecnologico che umano e sociale. Alcuni dei post qui pubblicati sono ripresi anche per le attività divulgative del laboratorio.
linkedin/enriconardelli

Blog di Enrico Nardelli

Tecnologia - 16 novembre 2018

Giappone, il ministro della cybersicurezza che non usa il pc fa scalpore. Ma a me preoccupa altro

Ha fatto scalpore la notizia del ministro della sicurezza informatica giapponese che ha recentemente ammesso di non aver mai usato un computer. Ma sinceramente mi preoccupa di più il fatto che nella pubblica amministrazione italiana – come ha dimostrato l’indagine della commissione parlamentare d’inchiesta presieduta dal collega Paolo Coppola, prestato nella scorsa legislatura alla politica […]
Tecnologia - 25 ottobre 2018

Antitrust contro l’obsolescenza programmata. Ma il problema è anche della politica

La recente sentenza dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato, che ha sanzionato Apple e Samsung per “obsolescenza programmata”, è effettivamente una decisione che appare storica, visto che ha riconosciuto che le due aziende “hanno indotto i consumatori ad installare aggiornamenti su dispositivi che non erano in grado di supportarli” e pertanto, in virtù dell’asimmetria […]
Tecnologia - 5 ottobre 2018

Il coding è una parte dell’informatica, cosa c’è di non chiaro?

Il mio precedente articolo, Coding o informatica, questo è il problema, ha suscitato un certo dibattito sui social. Sono stato infatti “rimproverato” di voler mettere il coding contro l’informatica. In realtà non solo non è quanto ho scritto, ma non è neanche la mia intenzione. Ho voluto solo chiarire il rapporto tra coding e informatica. […]
Scuola - 17 settembre 2018

Coding o informatica, questo è il problema

All’inizio di quest’anno la Commissione europea ha lanciato un ambizioso piano d’azione per l’istruzione digitale. Partendo dalla giustissima premessa che “istruzione e formazione sono i migliori investimenti nel futuro dell’Europa” propone, per adeguare la formazione scolastica all’era digitale, di intervenire lungo tre linee di azione. 1. Migliorare l’utilizzo della tecnologia digitale per l’insegnamento e l’apprendimento; 2. […]
Tecnologia - 20 dicembre 2017

Insegnare la programmazione informatica ai bambini? Va bene, ma non chiamatelo codice

Poco tempo fa la ministra dell’Istruzione, Valeria Fedeli, ha dichiarato che dal 2018 il coding (cioè la programmazione informatica) verrà introdotto nelle scuole primarie. Sull’importanza di educare i bambini fin da piccoli al “digitale” c’è vasta attenzione sui media e nella pubblica opinione, ma anche molta confusione. Da un lato ci si fa affascinare dal termine […]
Scuola - 17 ottobre 2017

Scuola, ai nativi digitali dobbiamo insegnare la lingua dei computer?

In questa ripresa autunnale delle attività del mondo dell’istruzione si va diffondendo, dalla scuola all’università, il concetto che il coding (cioè la programmazione informatica) sia il nuovo inglese. Diversi giornali hanno ripreso e rilanciato questo concetto, comunicativamente molto semplice, ma concettualmente del tutto sbagliato, e hanno invocato l’introduzione del coding anche nelle scuole. Spiegherò in […]
Tecnologia - 27 maggio 2017

Informatica, la grande bellezza di questa scienza

Tutta la scienza è basata su astrazioni: spiegare fenomeni mediante modelli che li descrivono. Quando un fisico scrive l’equazione che rappresenta il moto di un corpo, o un chimico la reazione che spiega la formazione di una sostanza, o un biologo descrive il processo di sviluppo di un organismo, stanno tutti costruendo un modello, cioè […]
Scuola - 3 maggio 2017

Informatica, chi ha paura del pensiero computazionale?/ II

A distanza di oltre un anno dal mio post “Chi ha paura del pensiero computazionale?” continuo ad incontrare sulla rete espressioni immotivatamente critiche a proposito di questo termine: Il pensiero computazionale non esiste oppure È una truffa concettuale o in alternativa È una truffa pedagogica e didattica. Altre posizioni lo descrivono come Passione pedagogica fondata sul nulla o, se vogliono […]
Tecnologia - 9 febbraio 2017

Internet e nuove tecnologie: passeggeri, marinai o navigatori dell’oceano digitale?

Chiunque abbia un po’ di ore di esperienza “attiva” in barca a vela, sa bene che una cosa è conoscere cosa vuol dire “poggiare” o “mollare la scotta” oppure sapere come fare per “dare volta alla cima sulla bitta” o “dare una mano di terzaroli”. Cosa diversa è stabilire la rotta e far arrivare alla […]
Scuola - 23 gennaio 2017

Informatica a scuola, di cosa parliamo quando parliamo di pensiero computazionale

Donald Knuth, scienziato conosciutissimo sia dai matematici che dagli informatici, nel 1974 ha scritto (p.327): “In realtà una persona non ha davvero capito qualcosa fino a che non è in grado di insegnarla a un computer”. George Forsythe, analista numerico ed uno dei padri della formazione universitaria in informatica, nel 1968 ha scritto (p.456): “Le acquisizioni […]
Google Maps sempre più completo, arriva la chat con gli esercenti
Razer BlackWidow Elite, l’ultima generazione della tastiera meccanica di Razer corregge i piccoli difetti del passato

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×