Giuseppe Conte, al mercato del quartiere Baggio di Milano, è stato contestato da un uomo che si è definito “no green pass” e “no vax”: “Mi avete discriminato, non potevo andare al cinema, non potevo lavorare”. Il leader del M5s ha lasciato che il contestatore si sfogasse e poi ha cercato di rispondergli: “Sulla vaccinazione la nostra posizione è sempre stata ‘libertà’ e ‘responsabilità’. Con la campagna vaccinale potevamo scegliere la via dell’obbligatorietà e invece ho scelto la via della libertà. Il risultato è che gli italiani hanno risposto in maniera responsabile”. Quando poi Conte è arrivato a parlare di ciò che ha fatto il governo guidato da Mario Draghi è stato interrotto più volte dal contestatore: “Mi avete discriminato peggio degli ebrei”. E l’ex presidente del Consiglio, prima di arrendersi: “Lei è molto maleducato”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Piombino, Calenda contestato dai residenti sul rigassificatore. Lui: “Non raccontiamo palle, in 60 anni non ci sono mai stati incidenti”

next