Costi raddoppiati e triplicati per luce e gas. La sorpresa, attesa ma non in queste proporzioni, è arrivata in bolletta a molti ristoratori ed esercizi commerciali in tutta Italia: “Da 8.000 a 15.000 euro per la corrente elettrica – si sfoga a ilFattoQuotidiano.it il ristoratore genovese Massimo Travaglini – con un aumento del genere non possiamo reggere più di tre mesi senza indebitarci”. Anche in Liguria l’associazione dei categoria dei pubblici esercizi aderisce all’iniziativa “bollette in vetrina” lanciata da Fipe Confcommercio: “I clienti devono conoscere la situazione reale – spiegano in una nota – bollette mostre, triplicate rispetto a un anno fa a causa dell’aumento dei prezzi”. Una situazione che sta costringendo gli esercenti a dover scegliere tra gli aumenti dei listini e la sospensione dell’attività in attesa di un qualche intervento di sostegno da parte del governo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Il settimanale Economist sulle sanzioni alla Russia: “Non sta andando come si sperava, Mosca regge meglio del previsto”

next
Articolo Successivo

Le bollette da capogiro di Castegnato (Brescia): “Prigionieri del teleriscaldamento: costi triplicati, zero alternative e la casa si deprezza”

next