L’Inghilterra è campione d’Europa femminile. Le inglesi hanno battuto la Germania ai tempi supplementari grazie a un gol di Chloe Kelly. L’attaccante del Manchester City ha colpito al minuto 110 mandando in visibilio l’intero stadio di Wembley che dopo aver assistito la scorsa estate alla sconfitta della propria nazionale contro gli azzurri nella rassegna continentale maschile questa volta può gioire. La coppa è tornata a casa, 56 anni dopo l’ultima volta.

La Germania, invece, ha dovuto arrendersi a pochi minuti dai calci di rigore. Le tedesche forti dei loro otto titoli già in bacheca hanno però dovuto fare i conti con l’infortunio del loro maggior talento, Alexandra Popp. Al 61esimo ha sbloccato la finale il pallonetto di Ella Toone, poi però è arrivato il pareggio al 79esimo con Lina Magull che ha portato il match ai tempi supplementari. La favola inglese si è compiuta a 1o minuti dalla fine con il gol vittoria per la felicità dei 87.192 spettatori, il numero più alto della storia della finale degli Europei, maschili e femminili. Con l’arrivo dell’allenatrice olandese Sarina Wiegman le inglesi non hanno ancora perso un match.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Europei calcio femminile, vince l’Inghilterra. Lo stadio di Wembley esplode di gioia e canta “It’s coming home”

next