Attualità

Giovanni Allevi: “Ho un mieloma, devo curarmi. La mia angoscia più grande è recare dolore a familiari e fan”

Poche parole per annunciare una battaglia, la più difficile, che il compositore si trova oggi ad affrontare: il mieloma è infatti un tumore che ha origine dal midollo osseo

di F. Q.

Giovanni Allevi ha un mieloma. È stato lo stesso pianista e compositore ad annunciare la malattia con un post pubblicato sui social: “Non ci girerò intorno: ho scoperto di avere una neoplasia dal suono dolce: mieloma, ma non per questo meno insidiosa”, ha scritto l’artista 53enne su Instagram, accanto ad una foto che ritrae le sue mani mentre scrive sul pentagramma. “La mia angoscia più grande – ha confidato quindi Allevi – è il pensiero di recare un dolore ai miei familiari e a tutte le persone che mi seguono con affetto. Ho sempre combattuto i miei draghi interiori in concerto insieme a voi, grazie alla Musica. Questa volta perdonatemi, dovrò farlo lontano dal palco”, ha concluso riferendosi alle cure che dovrà affrontare. “Torno presto” è l’hashtag che chiude il suo post.

Poche parole per annunciare una battaglia, la più difficile, che il compositore si trova oggi ad affrontare: il mieloma è infatti un tumore che ha origine dal midollo osseo. Già negli ultimi concerti del tour di Estasi, il fisico appariva contratto da un dolore molto forte, ma Giovanni non ha mai smesso di regalare al suo pubblico il suo sorriso. E poi la scoperta della vera causa. Dopo l’ultimo acclamato live alla Konzerthaus di Vienna, la consapevolezza di non poter più continuare l’attività concertistica, che a fine estate avrebbe segnato l’atteso ritorno del Maestro anche in Giappone ed in Cina. Tanti i fan che si sono stretti intorno a lui in questo momento difficile, con messaggi di incoraggiamento.

Giovanni Allevi: “Ho un mieloma, devo curarmi. La mia angoscia più grande è recare dolore a familiari e fan”
Precedente
Precedente
Successivo
Successivo

Gentile lettore, la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 72 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e ogni utente può postare al massimo 150 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. I commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. Vi preghiamo di segnalare eventuali problemi tecnici al nostro supporto tecnico La Redazione