Honor ha lanciato negli scorsi giorni anche in Italia il Magic 4 Pro, il nuovo flagship dell’azienda cinese che promette di dare battaglia nella fascia premium del mercato grazie ad un interessante sistema di fotocamere posteriori che include anche una fotocamera con teleobiettivo Periscope.

Per il suo top di gamma Honor ha scelto al frontale un ampio display LTPO (6,81″) con bordi curvi – ottime le sue performance in tutte le situazioni-, dotato di un “foro” ovale che integra la doppia fotocamera frontale, che presenta cornici ridotte al minimo, mentre al posteriore punta tutto sulla simmetria vedendo un ampio modulo circolare dedicato a fotocamere e sensori posizionato centralmente nella porzione superiore del dispositivo, mentre la restante cover posteriore, nella versione “cyan” da noi provata, offre un effetto simil specchio. Se nel complesso il telefono di Honor è generalmente comodo da usare, la posizione del modulo con le fotocamere potrebbe dare un po’ di fastidio utilizzando lo smartphone in orizzontale per giocare, a seconda di come siete abituati ad impugnarlo.

Cuore pulsante del Magic 4 Pro, come buona parte degli attuali flagship, è lo Snapdragon 8 Gen.1, affiancato nel modello da noi provato da 8GB di RAM e 256GB di memoria, capace di offrire ottime performance sia nel normale utilizzo quotidiano che in attività più intense come il gaming. La batteria da 4600mAh è in grado di garantire una piena giornata di utilizzo “standard” (qualche telefonata, fotografie, social e un po’ di gaming), ma qualora doveste scaricarlo più velocemente – ad esempio con lunghe sessioni di gioco o riproduzione video – l’ammiraglia di Honor offre il supporto alla ricarica rapida a 100W sia tramite cavo sia tramite caricabatterie wireless, quindi riuscendo a riportare il telefono al 100% in circa di 25-30minuti.

Sul versante fotografico l’Honor Magic 4 Pro offre un’interessante setup sia dal punto di vista hardware che software: il sistema a tripla fotocamera, composto da due sensori da 50MP associato il primo ad una lente wide, il secondo ad una ultrawide, ed un terzo, da 64MP, accoppiato ad un teleobiettivo “periscopio” che offre uno zoom ottico a 3,5x ed uno zoom digitale fino a 100x, è supportato dal software di Honor “Ultra-Fusion” che permette di utilizzare in contemporanea più sensori per ottenere immagini con una maggiore nitidezza e definizione anche in posizioni “intermedie” tra due ottiche. Nel corso delle nostre prove non possiamo negare di essere rimasti generalmente soddisfatti della prova offerta dallo smartphone di Honor, trovate alcuni scatti nella gallery qui di seguito.

Passando al software, il Magic 4 Pro di Honor arriva con a bordo Android 12 dotato dell’interfaccia Magic UI 6.0, interfaccia che abbiamo trovato generalmente semplice ed intuitiva da usare (soprattutto una volta presa la mano con la tastiera SwiftKey di Microsoft). Come tutti gli smartphone di Honor lanciati dopo la separazione da Huawei, anche il Magic 4 Pro utilizza i servizi e le app di Google, incluso dunque il Play Store.

Nel complesso riteniamo il Magic 4 Pro un’ottimo device per chi è sul mercato alla ricerca di un dispositivo premium che sia esteticamente gradevole e che faccia delle buone foto. Il dispositivo è in vendita in Italia in due colori (Cyan e Black) con un prezzo di listino di 1.099,90€ (in linea con altri dispositivi della medesima fascia); fino al 3 giugno, solo sullo store ufficiale di Honor, sarà possibile acquistare il Magic 4 Pro in bundle con il caricatore wireless da 100W a 999,90€ grazie ad un codice sconto indicato sulla pagina del prodotto.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Power bank che esplodono, tutto quello che c’è da sapere per limitare i rischi. Dalle protezioni multiple alle abitudini da evitare

next