Allineare i valori catastali “è necessario” e non si tratta di un aumento della tassazione. A dirlo, rispondendo a una domanda sui timori che dietro alla richiesta della Commissione europea di aggiornamento dei valori catastali si nasconda appunto la richiesta di una maggiore tassazione sulla casa, è Paolo Gentiloni, commissario Ue all’Economia, durante la conferenza di presentazione del pacchetto di primavera del Semestre europeo. “Nelle nostre raccomandazioni ci sono sei parole che posso leggere ‘aggiornare i valori catastali ai valori attuali di mercato’ – spiega – penso che questo non rappresenti né una richiesta di aumento delle tasse o reintroduzione di tasse sulla prima casa ma rappresenti una necessita per l’Italia di cui penso che il governo italiano sia pienamente consapevole, e infatti sta preparando misure in questa direzione”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Gentiloni risponde a Salvini: “La Commissione Ue non vuole massacrare nessuno di tasse”. Il leader della Lega: “Si attacchino al tram”

next
Articolo Successivo

Referendum giustizia, dopo mesi di silenzio Salvini ora lancia la “mobilitazione generale”: “Centinaia di gazebo contro la censura in tv”

next