Ben Ford, 32 anni e Kim West 51 anni: sono loro i protagonisti della vicenda che ha sconvolto il Michigan. A fare scalpore non è la differenza d’età, bensì il grado di parentela: Ben è, infatti, il figlio biologico di Kim. Come riporta il Sun, la loro storia è iniziata nel 2014, quando Ben, adottato alla nascita, ha scritto una lettera a sua madre, per ricucire i rapporti. Tra di loro il feeling è stato subito forte. La donna ha rivelato che dopo averlo visto per la prima volta ha iniziato a fare sogni sessuali su di lui. Da lì all’incontro in un hotel il passo è stato breve: la coppia si è ritrovata in una stanza e, dopo aver bevuto una bottiglia di champagne, è scattato il primo bacio, che li ha portati al primo rapporto sessuale. L’uomo, ai tempi sposato con Victoria, ha voluto subito parlare con la moglie dei suoi sentimenti: “Le ho raccontato che mi ero innamorato di Kim e di come il sesso tra noi fosse incredibile”. Prima che la storia venisse scoperta, tra Victoria e Kim i rapporti erano già tesi: “Ero gelosa – ha raccontato la madre biologica – Ogni volta che lui la toccava mi sentivo in competizione con lei. Victoria non voleva che lui passasse tutto quel tempo con me e aveva iniziato a chiamarlo ‘il fidanzatino di mamma’”.

Ben e Kim hanno sempre rifiutato di essere considerati incestuosi, ritenendo il loro legame frutto di GSA (genetic sexual attraction). Si fa riferimento all’attrazione sessuale genetica, un feeling, cioè, tra parenti che non sono cresciuti insieme e che si incontrano da adulti. “Quando ho incontrato Kim, non riuscivo a pensare a lei come a mia madre, ma come a una creatura sessuale”, ha dichiarato Ben. La madre: “Questo non è incesto, è GSA. Siamo come piselli in un baccello e fatti per stare insieme. So che le persone diranno che siamo disgustosi, che dovremmo essere in grado di controllare i nostri sentimenti, ma quando sei colpito da un amore così forte, al punto che per viverlo sei disposto a rinunciare a tutto, devi lottare. È un’occasione unica nella vita e qualcosa a cui io e Ben non siamo disposti a rinunciare”.

La coppia è rimasta in Machigan, con il sogno di convolare a nozze e di avere dei bambini insieme. La paura di essere inseriti, però, nel Sex Register e di essere accusati di incesto li ha spinti a nascondersi. A oggi non si hanno informazioni su dove vivono.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Si tuffa da 30 metri e muore dopo uno schianto sulle rocce: la tragedia di Mourad Lamrabatte ripresa in video dalla moglie

next
Articolo Successivo

Automobilista ubriaca finisce nel lago con la macchina: il salvataggio dei poliziotti mentre viene inghiottita dall’acqua – Video

next