Una fossa comune nella quale sono stati trovate 500 persone con le mani legate e con una pallottola in testa. A denunciarlo è l’arcivescovo di Kiev Sviatoslav Shevchuk, in videocollegamento con il convegno nazionale per la pastorale della Salute della Cei, a Cagliari. “Sono state assassinate in un modo crudele, nello stesso modo dei tempi di Stalin assassinarono gente innocente e li mettevano nelle fosse comuni” ha sottolineato Shevchuk nel corso del collegamento.

L’alto prelato ha raccontato che durante l’assalto a Kiev delle truppe russe non pensava che sarebbe “riuscito a sopravvivere perché la capitale in tre giorni era quasi circondata. L’esercito ucraino è stato capace di fermare i carri armati russi a 50 chilometri dalla nostra cattedrale”. Shevchuk ha definito i 78 giorni di guerra in Ucraina , come “78 giorni di lacrime, di fiumi di sangue che scorrono sul terreno ucraino”. Ripercorrendo poi le sue visite pastorali nella diocesi, ora “simile a un deserto”, ha parlato di “città in gravissima distruzione come quella di Chernihiv dove i quartieri sono stati rasi al suolo e la scoperta di fosse comuni sempre più frequente”.

L’arcivescovo ha ricordato che ci sono 12 milioni di profughi, e 5 milioni sono già fuori dall’Ucraina, ma ci sono anche migliaia di persone che devono essere curate dopo le ferite causate dalla guerra, devono sottoporsi a cure lunghe e riabilitazione”. Da qui l’appello ai vescovi: “Adesso in Ucraina non c’è possibilità di aiutare tutti, perciò se ci sarà qualche programma per fare le protesi per bambini feriti di guerra, fateci sapere, perché così farete veramente felici questi poveri innocenti”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Shireen Abu Akleh: la carica dei soldati israeliani sa di negazione dell’identità dopo la morte

next
Articolo Successivo

Ingresso di Finlandia e Svezia nella Nato? Possibile subito, e Mosca non attaccherà. Ecco i rischi per l’Europa e per l’Italia

next