“Se volete sapere come gli ucraini stanno reagendo al discorso di Putin, eccovi un assaggio: le mamme su Facebook discutono se mettere degli adesivi sui vestiti dei loro figli, quando vanno a scuola, sui quali indicano il loro gruppo sanguigno. Non commettete errori: le parole di Putin sono state percepite come una dichiarazione di guerra all’Ucraina”. È questo il tweet che condivide Olga Tokariuk, giornalista freelance a Kiev che sta cercando di raccontare, tramite anche i social network, le vicende e le sensazioni del popolo ucraino durante la crisi russo-ucraina, soprattutto dopo che Vladimir Putin ha firmato in diretta televisiva il decreto con cui la Russia ha riconosciuto l’indipendenza dall’Ucraina delle repubbliche separatiste del Donbass.

Paradossalmente, secondo quanto riferisce il segretario alla Difesa degli Stati Uniti, Lloyd Austin, la Russia sta facendo scorta di sangue per prepararsi alla guerra. “Io ero un soldato non molto tempo fa. So in prima persona che non si fa questo genere di cose senza motivo”, ha detto Austin, ex generale dell’esercito in pensione. “E di certo non si fanno se ci si sta preparando a fare le valigie e a tornare a casa”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

L’Ucraina esiste da prima di Lenin, ma qui l’Urss non c’entra: Putin allude ad altro

next
Articolo Successivo

La Colombia legalizza l’aborto fino alla 24esima settimana: la gioia degli attivisti davanti alla Corte Suprema – Video

next