Classe 1992, di Foggia, dopo una carriera da attrice adesso è pronta a salire sul palco del Teatro Ariston, per la quarta serata della kermesse musicale, in onda dal 1 al 5 febbraio. Stiamo parlando di Maria Chiara Giannetta, la protagonista della serie Rai Blanca, che ha riscosso un grande successo. “Grazie a tutti per i messaggi, mi gratto per ogni volta che ho letto le parole ‘scale di Sanremo’. Spero di riuscire a scenderle e di non rimanere nella storia per esserci rimasta secca“, ha scritto a metà gennaio, quando è stata ufficializzata la sua presenza accanto ad Amadeus.

Fin da giovanissima ha studiato recitazione, dapprima al Teatro dei Limoni di Foggia, poi al Centro sperimentale di cinematografia di Roma, riuscendo anche a laurearsi in Lettere e Filosofia. Oltre al cinema, si è fatta conoscere al grande pubblico grazie al piccolo schermo. Ha lavorato in L’Allieva, Che Dio ci aiuti ma anche Don Matteo e Un passo dal cielo, il suo volto è ormai familiare e molto amato dal pubblico italiano.

Poco o nulla si sa della sua vita privata. Giannetta infatti è sempre stata molto riservata, anche sul suo profilo Instagram – seguito ad oggi da 148mila persone – ama condividere più che altro contenuti relativi ai progetti che la vedono coinvolta in tv. Neanche Mara Venier, che l’ha ospitata il 28 novembre 2021 a Domenica in, è riuscita a farle dire qualcosa di più. Giannetta ha più che altro parlato di lavoro: “Quando mi hanno detto che ero stata presa al provino per Blanca non ci credevo neanche io. Non mi aspettavo tutto questo successo, possiamo dire che sia stato il primo vero grande ruolo”, aveva detto.

Proprio della serie di Rai 1 e del percorso che ha dovuto fare per interpretare un ruolo così delicato come quello della detective non vedente, Giannetta aveva parlato in una lunga intervista rilasciata a FQMagazine. “Con un mese di preparazione intensa, immergendomi dentro le sue abitudini tutti i giorni. Giravo per casa e cucinavo bendata, ho lavorato con sette angeli custodi ciechi, ognuno dei quali mi ha dato un’impronta diversa che alla fine sono confluite in maniera inaspettata in un unico punto d’incontro – aveva spiegato -. E poi ho visto film e letto libri sul tema. Per me che sono una secchiona, era indispensabile arrivare sul set più che pronta […] Blanca è chiaramente un personaggio d’invenzione ma le persone come lei esistono: Andrea Bocelli e gli altri non vedenti con cui ho parlato e che mi hanno aiutato in questo percorso, hanno in comune un’ironia pungente e molto dritta. Non si piangono addosso, non amano il pietismo, hanno trovato il loro modo di affrontare la vita“, aveva raccontato Giannetta. E su un’eventuale seconda stagione aveva rivelato: “Non posso ufficializzare una cosa che non so. Però le posso dire che io la rifarei. C’è ancora molto da raccontare: si chiudono delle porte ma c’è qualcosa di non detto che va detto”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Arisa a FqMagazine: “Non mi inginocchio al seme sacro, penso solo a me stessa. Le coppie aperte? A una condizione”

next
Articolo Successivo

Sanremo 2022, chi è Mr. Rain e cosa c’entra con Elisabetta Gregoraci: “Non ne ho voluto parlare per un motivo preciso”

next