“Volevo dirvi che mi dispiace moltissimo non essere lì con voi a Fiumicello. Sapete bene quando tenga a esser lì ogni anno: un momento che reputo denso, forte e importante. Saluto di cuore Paola, Claudio e Irene. Sono sei anni che Giulio non c’è più e ci manca davvero tanto. Io ribadisco totalmente e al 100% il mio impegno per la ricerca di verità e giustizia per Giulio Regeni“. Così in un videomessaggio Roberto Fico, in occasione dell’anniversario di sei anni dalla scomparsa di Giulio Regeni. “Il 2022 dovrà essere l’anno di una grande sinergia istituzionale che ci porti sicuramente alla ripartenza del processo. Voi non avete mai mollato in questi anni e siete assolutamente un esempio. Siete un esempio per lo Stato italiano. E lo stesso Stato italiano deve esservi vicino fino in fondo per ottenere tutto ciò che è giusto ottenere. Restituire dignità e verità a Giulio e a voi significa dare verità, giustizia e dignità a tutti gli italiani e allo stesso Stato italiano. Quindi andiamo uniti tutti insieme per far ripartire il processo e ottenere verità e giustizia. Quando in piazza a Fiumicello accenderete le candele anche io sul davanzale del mio ufficio accenderò una candela gialla per essere più vicino e connesso”, conclude Fico.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Quirinale, la strada che porta al presidente passa da una “stanza chiusa”? L’invito del centrosinistra: “Mercoledì giorno chiave”

next