Per i professionisti della logistica e per le famiglie, per chi si fa bastare poco spazio e per chi invece pensa soprattutto alla capacità del bagagliaio. Per chi si sposta solo in città e per chi invece si trova a fare lunghi tragitti extraurbani. La gamma green di Citroën sembra non lasciar fuori proprio nessuno, neppure i 14enni.

Un’offensiva a batterie massiccia, intrapresa nel 2020 con la versione plug-in hybrid di C5 Aircross e portata avanti fino ad ampliare l’offerta elettrificata, proponendo in versione full electric anche tutti i veicoli commerciali. A partire da quelli leggeri come i nuovi ë-Berlingo Van Elettrico, ë-Jumpy Elettrico ed ë-Jumper Elettrico.

Il primo offre un’autonomia di guida fino a 275 km, un volume di carico utile che raggiunge i 4,4 metri cubi e una capacità di carico fino a 800 kg, mentre ë-Jumpy – eletto “International Van of The Year 2021” – è proposto con due diverse autonomie (la più estesa arriva a 330 km) di guida e tre lunghezze, con un volume di carico che arriva a 6,6 metri cubi.

Sul più grande ë-Jumper, invece, l’autonomia si declina ancora su due livelli ma non va oltre i 224 km, con due diverse capacità della batteria (da 37 kWh e 70 kWh), mentre come dimensioni il modello è proposto in 4 lunghezze e 3 altezze diverse. Il carico utile raggiunge i 1.245 kg, il volume di carico arriva fino a 17 metri cubi e, quanto a sicurezza, è dotato di un pacchetto di 8 sistemi per l’assistenza alla guida.

Restando ancora sui modelli di grandi dimensioni ma non a uso commerciale, la casa francese ha inserito nella gamma green anche ë-Berlingo elettrico, che può trasportare fino a 7 persone, ed ë-SpaceTourer, che ne può trasportare 8 persone nella versione base e 9 in quella “business”. Mentre il Berlingo elettrico ha un unico livello di autonomia di guida di 280 km, lo SpaceTourer ne ha due e può raggiungere i 330 km: entrambi caratterizzati da spazi modulabili e generosi, come le loro stesse versioni endotermiche, sul primo sono presenti anche 18 tecnologie di guida (il Berlingo ha una lunghezza di carico fino a 3,05 metri) e sul secondo 15, per declinare il comfort di viaggio anche sulla sicurezza.

Spostandosi su tutt’altro segmento, Citroën propone anche la ë-C4, versione elettrica della sua compatta, con 357 km di autonomia, e il suv C5 Aircross Hybrid Plug-in che in elettrico arriva fino a 55 km di autonomia: questo ha il motore elettrico da 80 kW abbinato al benzina PureTech da 180 Cv, per una potenza totale di 225 Cv, e un cambio a trasmissione elettrificata automatica ë-EAT8.

Per l’inizio del 2022, invece, nelle concessionarie italiane è attesa la nuova C5 X (nella foto), anche questa in versione elettrificata Hybrid Plug-in: la berlina si trova a listino con un motore ibrido da 225 Cv (anche questo combinato con il benzina PureTech), può raggiungere una velocità massima di 135 km/h e il pacco batterie ha un’autonomia di oltre 50 km.

Infine il simpatico Ami (anche in versione Cargo), quadriciclo leggero che non supera i 45 km/h, ha una batteria da 5,5 kWh, 75 km di autonomia di guida in elettrico e punta a conquistare il cuore di chi deve muoversi nel perimetro urbano anche avendo soltanto il patentino AM.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Toyota, 30 nuovi modelli elettrici entro il 2035. L’AD Toyoda: “Ma non è l’unica via. Senza energia pulita non ci sono emissioni zero”

next
Articolo Successivo

Usa, dal 2022 l’EPA imporrà una nuova stretta sulle emissioni di CO2

next