L’8 dicembre ci sarà “una mega nevicata” dell’Immacolata, che proseguirà fino al 10 dicembre, in particolare su Alpi e Appennini sopra i mille metri ma al Nord arriverà anche in pianura. È quanto ci aspetta nei prossimi giorni secondo le previsioni del metereologo Mario Giuliacci, confermate anche dagli esperti de Il Meteo.it. “L’aria gelida e le piovose correnti atlantiche danno le condizioni ideali per la neve fino in pianura al Nord – spiega Giuliacci – proseguirà anche oltre l’8 dicembre e, unita a un graduale peggioramento del tempo, sarà responsabile per diversi giorni di nevicate diffuse ed estese su tantissime regioni, anche a bassissime quote e addirittura in pianura”. Dopo una prima imbiancata, si annuncia una pausa tra la serata di mercoledì e venerdì 10 dicembre, quando la neve tornerà copiosa anche a basse quote sulle pianure di Piemonte, Lombardia ed Emilia Occidentale.

Da domani, giorno dell’Immacolata, una forte perturbazione colpirà quindi il Nord e la Toscana: date le basse temperature preesistenti su Piemonte e Lombardia le precipitazioni risulteranno nevose fino a quote pianeggianti. Neve diffusa anche su tutto l’arco alpino e prealpino (quota a 400m sul Triveneto) e possibile neve anche in Liguria fino a Genova (per Tramontana scura). Previsti anche 10-15cm di neve a Milano, 5-10cm a Torino e Asti, fino a 15cm anche ad Alessandria, Pavia, Bergamo e Piacenza. Il motivo di queste abbondanti nevicate è da riscontrarsi nel fenomeno di raffreddamento della acque dell’Oceano Pacifico, detto NiNa. Si prevedono infatti accumuli di 20-30 centimetri di neve sulle Alpi che potrebbero resistere fino a Natale, e 15 centimetri su Piemonte e alta Lombardia.

La perturbazione sul resto d’Italia invece si estenderà alla Sardegna e al Lazio con piogge e temporali e poi anche sul resto del Nord con piogge sulle pianure di Emilia centro-orientale, Veneto e Friuli Venezia Giulia. I venti soffieranno molto forti sul Mare Adriatico dove lo Scirocco provocherà anche delle mareggiate. Possibile anche l’acqua alta a Venezia. Nei giorni successivi il maltempo si porterà verso il resto del Centro-Sud mentre il graduale arrivo dell’alta pressione farà migliorare il tempo al Nord. Temperature in diminuzione su tutte le regioni, soprattutto al Nordovest dove, a causa del cielo sereno notturno e della neve depositata al suolo, crolleranno fino a scendere sotto lo zero di parecchi gradi di notte. Ghiaccio anche di giorno in Lombardia e a Milano.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili

IL DISOBBEDIENTE

di Andrea Franzoso 12€ Acquista
Articolo Precedente

Covid, Palù in audizione: “Presto avremo anche anticorpi monoclonali per via sottocutanea o intramuscolare per intervenire a casa”

next
Articolo Successivo

Milano, prefetto Saccone: “Sfratti sospesi fino al 15 gennaio per concentrare le forze sui controlli del Green pass”

next