Un gol di Messias all’86′ mantiene vive le speranze di qualificazione agli ottavi di Champions League per il Milan. Al Wanda Metropolitano i rossoneri battono 1-0 l’Atletico Madrid grazie a un colpo di testa del brasiliano. La contemporanea vittoria per 2-0 del Liverpool contro il Porto disegna la classifica del gruppo D, quando manca un turno al termine, con gli inglesi saldamente in testa con 15 punti, a 5 il Porto, a 4 Milan e Atletico Madrid.

I ‘colchoneros’ partono subito aggressivi, al 2′ De Paul chiama Tatarusanu ad una grande parata ma l’azione era viziata da fuorigioco. Il Milan replica con uno slalom di Brahim Diaz che supera due giocatori con tiro finale da dimenticare. Brahim Diaz ancora pericoloso, lo spagnolo entra in area e serve Giroud ma Savic intercetta salvando l’Atletico. Al 18′ destro secco di De Paul, alto. Ancora gli spagnoli, Llorente mette sul dischetto per Griezmann che svirgola il pallone. Partita intensa al Wanda Metropolitano con le due squadre molto aggressive a caccia dei 3 punti. Al 34′ lancio lungo di Lukaku, Theo Hernandez si coordina per la conclusione al volo alta di poco.

La ripresa comincia con un preziosismo di Saelemaekers che si destreggia tra due avversari e da posizione defilata tenta il diagonale facile preda di Oblak. Ripartenza dell’Atletico, Lemar prende il tempo a Tonali e tenta il tiro, Tatarusanu blocca sul primo palo. Numero di Griezmann che va via a Romagnoli, Kjear contiene Carrasco. Al 55′ tiro al volo di Giroud dal limite, alto. Ci prova anche Kessié, cannonata dalla distanza fuori misura. Guadagna metri il Milan. Al 71′ occasionissima rossonera: Ibra serve Messias che va sul fondo e serve al centro Bakayoko ma Savic di ginocchio salva un gol fatto.

All’80′ punizione per la testa di Bakayoko di poco alto. Esce Griezmann, al suo posto Kondogbia. Preme il Milan, all’85′ Messias per Ibra che dall’area piccola chiama Oblak ad una grande parata per scongiurare il gol. All’86′ la ripartenza buona: Kessie mette al centro per Messias che di testa porta i rossoneri in vantaggio. Ancora Milan con una conclusione di Bennacer respinta dal portiere. Al 90′ Llorente mette al centro per Cunha che sfiora il pari mettendo a lato sottoporta. Dopo 5 di recupero arriva il triplice fischio dell’arbitro. E i rossoneri sperano ancora.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Inter-Shakthar 2-0, i nerazzurri agli ottavi di Champions grazie alla doppietta di Dzeko

next
Articolo Successivo

‘Siamo corresponsabili della morte di Maradona’, diceva Agostino. Molti avrebbero dovuto capire

next