“Basta con questa storia della tv, diamo un segnale di amicizia a Giuseppe Conte“. A queste parole, pronunciate da Matteo Renzi alla Leopolda di Firenze, le persone presenti hanno rumoreggiato con una serie di “no”. Il leader di Italia viva ha proseguito: “No, non fate così. Ci sono dei momenti che anche le persone che non ci stanno simpatiche hanno bisogno dell’umana solidarietà. Ieri ho visto quest’uomo in una condizione che mi ha fatto male al cuore. Faccio un appello all’amministratore delegato della Rai – ha concluso Renzi – dategli almeno RaiGulp, non è possibile che non vadano in tv”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Renzi alla Leopolda cita l’ospitata da Lilli Gruber e la platea fischia: “Fermi, non si fa” – Video

next
Articolo Successivo

La Leopolda al via in versione anni Novanta. Prima di salire sul palco, il “garantista” Renzi si inventa “le mazzette sui banchi a rotelle”

next