Ancora una truffa su WhatsApp e anche questa volta c’è di mezzo una nota catena di supermercati. Negli ultimi giorni, infatti, sta girando un nuovo messaggio insidioso che annuncia la vincita di un buono spesa all’Esselunga del valore di 500 euro. Nulla di più falso. Vengono richiesti alcuni dati sensibili: nome, cognome, codice fiscale oppure carte di credito ed estremi del conto corrente. Inserendo questi dati si fa il gioco dei malviventi. Per fare chiarezza, la stessa Esselunga ha diffuso un comunicato nel quale invita i propri clienti a prestare molta attenzione: “Segnaliamo che negli ultimi giorni sono pervenute numerose segnalazioni circa la ricezione di messaggi che promettono falsi buoni spesa. Ti ricordiamo che l’invio di tali messaggi esula da ogni possibile forma di controllo da parte di Esselunga e che eventuali concorsi o operazioni a premi promossi da Esselunga vengono diffusi esclusivamente attraverso i canali ufficiali dell’azienda.”

Il modus operandi, dunque, è quello già visto con la truffa che girava nel mese di marzo 2021. Un messaggio con un buono spesa dal valore incredibile o ancora con buoni sconto spesso legati a ricorrenze o celebrazioni delle aziende in realtà fittizie, come quella di Amazon. I consigli sono sempre gli stessi: non fornire dati sensibili se non si è sicuri al 100%, non cliccare su link forniti via SMS o WhatsApp, specialmente se contenenti errori ortografici e/o grammaticali. E ancora fare attenzione agli annunci di ricezioni di premi o denaro “senza fatica”. È bene, infine, fare presente l’episodio inoltrando una segnalazione alla Polizia Postale attraverso il sito web dedicato.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Alec Baldwin, altro incidente sul set di Rust: operatore morso da un ragno, rischia di perdere il braccio

next
Articolo Successivo

Alberto Genovese, parla una modella chiamata a fare da ‘animatrice’ alle feste: “Ecco quanto mi pagavano”

next