Era il giugno 2011 e le immagini di quel concerto a Belgrado sono negli occhi di molti. Amy Winehouse indossava un tubino giallo e nero, e si esibiva per l’ultima volta. Sarebbe morta un mese dopo, a 27 anni. L’abito è stato venduto per 243.200 dollari a un’asta a Los Angeles. A dare la notizia la Bbc: il cimelio è stato venduto a un prezzo 16 volte superiore alla stima iniziale. Tutti i proventi dell’asta, che metteva in vendita una collezione di circa 800 articoli appartenuti alla Winehouse per un valore più di 4 milioni di dollari, andranno alla fondazione che i suoi genitori hanno creato per aiutare i giovani con problemi di dipendenza. La cantante è morta per avvelenamento da alcol nella sua casa di Camden, a nord di Londra, nel luglio 2011. Molti degli articoli in vendita hanno superato le stime iniziali. Una borsa Moschino in pelle rossa a forma di cuore che Winehouse ha portato ai Brit Awards 2007, ha raccolto 204.800 dollari, 13 volte la stima iniziale, mentre un abito Dolce&Gabbana è stato battuto a 150.000 dollari, era 30 volte il suo prezzo base. Tutti i cimeli saranno esposti alla mostra ‘Amy: Beyond the Stage‘ al Design Museum di Kensington nella zona ovest di Londra dal 26 novembre, prima di essere consegnati ai compratori.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sangiovanni ospite di Muschio Selvaggio: “Devo ancora finire il liceo”. L’ironia di Fedez: “Non diplomarti, fai come ho fatto io”. E il web si divide

next
Articolo Successivo

“Troppo magra, anoressica” e Laura Chiatti sbotta: “Vergogna! L’anoressia è una malattia molto seria che fortunatamente non ho mai affrontato”

next