Un premio Oscar, tre Golden Globe, quattro Premi Bafta, cinque Screen Actors Guild Awards, quattro Emmy Awards e un Tony Award. Da oggi, l’attrice Helen Mirren, alla lunga lista di premi e riconoscimenti, aggiungerà anche quello di Ambasciatrice dell’Università del Salento. La cerimonia di consegna è avvenuta nell’aula Mario Marti del complesso Studium 2000, a Lecce e dalle mani del rettore dell’ateneo, Fabio Pollice, Mirren ha ricevuto il premio. La nomina ad ambasciatrice arriva su proposta del dipartimento di Storia, società e studi sull’uomo, che ha inteso rimarcare “lo stretto legame dell’artista con il Salento, del quale con impegno e in più occasioni ha difeso e promosso il patrimonio storico, culturale, ambientale e paesaggistico”. L’attrice premio Oscar, da anni, trascorre molto tempo a Tiggiano dove assieme a suo marito, il regista Taylor Hackford, ha acquistato una masseria. “È un onore per me, sono felice di ricevere questo riconoscimento. Io amo il Salento, questa terra occupa un posto importante nel mio cuore perché è diventata la mia casa”, afferma visibilmente emozionata. “Mi metterò a disposizione per contribuire alla realizzazione dei progetti dell’Università. Per me è significativo stare davanti questi studenti in un territorio che ha dovuto affrontare un’altra pandemia oltre al Covid, quella della Xylella. Spero che il mio impegno possa essere loro di aiuto”.

È un grande amore suo per il Salento.
“Ah! I salentini! Dell’Italia mi pace tutto: la gente, il cibo, la cultura, la lingua, gli scrittori, la cultura in generale. Ho davvero capito la straordinaria natura degli italiani e della gente del Sud solo vivendo nel Salento”.

Pensando al Salento non si può non pensare alla sua cucina. Lei ha imparato qualche ricetta tipica?
“In realtà non sono una grande cuoca. Ho la fortuna di avere tanti amici salentini che sono ottimi cuochi e sono così carini da cucinare per me e per mio marito. Ma vorrei imparare a cucinare “fave e cicoria” e la “paparina” (erba selvatica, ndr) , specialmente in questo periodo che si riesce a trovare. È molto buona”.

Nei giorni scorsi insieme a Bebe Vio ha sfilato per Le Défilé L’èoréal Paris – Parvis dei Diritti dell’Uomo e della Donna che si è svolta a Parigi.
“È stato un evento importante al quale non potevo assolutamente mancare, insieme a tante altre donne. Ho visto sfilare Bebe Vio ed è incredibile, devo dire che è stato un onore per me averla conosciuta. È bravissima”.

Siamo in Puglia e non possiamo non menzionare un altro grande protagonista di questa terra, Checco Zalone. “La Vacinada” è stato il tormentone dei mesi scorsi. “Checco lo adoro. È una splendida persona, un ottimo attore, un eccellente comico, ma è straordinario soprattutto per la sua umanità. Adesso è un amico. Nutro per lui un grande rispetto e mi piace moltissimo. Con me è sempre carino”.

In futuro vi potremmo vedere nuovamente insieme?
“Chissà… Mi piacerebbe. Speriamo!”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

GrandeFratello Vip, Katia Ricciarelli rimprovera Alex Belli ma lui sbotta: “Si tratta di una canzone storpiata di Lucio Battisti e che caz*o”. Ecco cosa è accaduto

next
Articolo Successivo

X Factor 2021, Edoardo Spinsante stacca il biglietto per i Live grazie alla sua cover di “La ballata della moda” di Tenco

next