“È uno stop, senza dubbio, ma noi andiamo avanti. Esprimo la massima vicinanza la esprimo a nome della Camera dei Deputati alla famiglia Regeni”. Questo il commento del presidente della Camera Roberto Fico, a margine di un incontro a Portici, sulla battuta d’arresto del processo sull’omicidio di Giulio Regeni. La corte d’Assise di Roma ha infatti annullato le dichiarazioni di assenza dei quattro 007 e ha deciso che gli atti devono tornare al giudice per l’udienza preliminare. “Andremo avanti fino alla fine e fino in fondo perché vogliamo gli indirizzi delle persone rinviate a giudizio e li avremo in tutti i modi per andare avanti con il processo – dice Fico -. La rogatoria che sarà fatta sicuramente dal gup sarà una rogatoria che dovrà essere sostenuta da tutto lo Stato italiano con grande forza”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Mario Draghi, la biografia non autorizzata su FQ MillenniuM in edicola da sabato 16 ottobre. 3/Goldman Sachs e il derivato maledetto

next
Articolo Successivo

Salone libro, i ritratti di Pino Corrias in ‘Le banane della Repubblica’: “Da Draghi alla Ferragni, 50 personaggi che raccontano chi siamo”

next