Scontro tra un filobus e un’auto questa mattina a Milano, lungo viale Lodovico Scarampo, in zona Fiera. L’incidente è avvenuto verso le 10,10 e ha provocato diversi contusi: secondo l’Agenzia regionale emergenza urgenza, ci sono al momento 14 feriti che sono stati portati in ospedale ma tutti con traumi minori. Sul luogo dello schianto è stato necessario l’intervento di vigili del fuoco, nove ambulanze e un’automedica.

Stando alla prime ricostruzioni, il conducente del mezzo Atm procedeva lungo la circonvallazione, in viale Renato Serra, e con il semaforo verde ha attraversato l’incrocio con viale Scarampo. Da destra però è sbucata un’auto che era passata con il rosso: a quel punto il filobus ha impattato contro la fiancata sinistra del veicolo e diversi passeggeri sono caduti. I feriti, di età compresa tra 29 e 63 anni, si trovano tutti in codice verde: hanno riportato lievi traumi da caduta al volto, alla schiena, alle braccia, alle gambe e al torace e, in certi casi, anche traumi cranici ma non commotivi. Dei rilievi si stanno occupando gli agenti della polizia locale, che nel frattempo chiuso parte della zona al traffico.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Torino, 4 indagati per discriminazione razziale: sequestrati gadget neonazisti, machete e una carabina

next
Articolo Successivo

Vaccino Covid, 728 medici sospesi perché non immunizzati. Il presidente: “Si rischia di non lavorare e buttare all’aria una laurea”

next