Potrebbe sembrare un’auto da corsa della Porsche come tante altre. Eppure, il prototipo Mission R esposto al Salone di Monaco unisce le istanze del motorsport con un sofisticato sistema di propulsione 100% elettrico. Lunga 4,3 metri, poco meno di una Cayman per intendersi, è un concentrato di aerodinamica estrema e potenza bruta: i suoi due motori elettrici, uno anteriore e uno posteriore, sviluppano fino a 1.088 CV di potenza, nella modalità “Qualifying”. Mentre in gara si “scende” 680 CV.

La batteria da 80 kWh di capacità è dotata di un avanzato sistema di recupero dell’energia ed è raffreddata a olio: per ricaricarla dal 5 all’80% bastano 15 minuti. Sicché la Mission R scatta da zero a 100 km/h in meno di 2,5 secondi e tocca una velocità massima superiore a 300 km/h. Mentre in pista può raggiungere le stesse prestazioni sul giro dell’attuale Porsche 911 GT3 Cup. Fra le chicche da segnalare ci sono pure la struttura del tetto di carbonio con funzione di gabbia di sicurezza e la carrozzeria di plastica rinforzata con fibra naturale (NFK), impiegata per il frontale, il diffusore e le minigonne, oltre che per alcuni elementi degli interni.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Audi grandsphere concept, ecco l’ammiraglia elettrica del futuro – FOTO

next