Hanno cambiato la mobilità condivisa in città, ma ora sono troppi e troppo pericolosi. Per questo si fa strada l’ipotesi di dare una stretta ai monopattini. La commissione Trasporti alla Camera sta lavorando a una proposta di legge che punta a imporre l’obbligo del casco e a fissare limiti di velocità. Si parla di 20 km orari per le piste ciclabili e di 30 sulle strade urbane, mentre si ipotizza un massimo di 6 km orari per le aree pedonali. Un tetto, quest’ultimo, considerato rischioso dalle società di sharing perché troppo basso. Tra gli altri paletti anche il divieto di circolazione la sera – con multe previste fra i 50 e i 250 euro – e sul marciapiede. Ma soprattutto, l’idea è che chi vorrà usare un monopattino dovrà essere maggiorenne. Quanto alle soste, spesso fonte di polemiche, la proposta prevede una sanzione simile a quella per moto e scooter, dai 41 a 168 euro, e la possibilità di rimuovere il mezzo.

Una regolamentazione è stata richiesta anche dai tassisti e sostenuta dalla Lega in particolare con Elena Maccanti, capogruppo in commissione Trasporti e relatrice della proposta di legge, e Giuseppe Donina, relatore della legge di riforma sul Codice della strada. Di recente c’è stato anche un incontro al ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili tra tecnici e rappresentati dell’Anci e delle aziende di noleggi. La stesura del documento è ancora in corso e perciò oggetto di potenziali modifiche. Per esempio, Angelo Sticchi Damiani, presidente dell’Automobile Club Italia, ipotizza “un regime di omologazione dei monopattini” per la produzione e l’obbligo d’assicurazione sulla responsabilità civile verso terzi per i mezzi più potenti. Ha inoltre lanciato l’idea di fare formazione nelle scuole secondarie, nelle università e nelle scuole guida e di rilasciare una sorta di patentino.

L’uso dei monopattini è esploso in Italia all’incirca un anno e mezzo fa e la loro diffusione è andata in alcuni casi oltre quella di scooter elettrici ed e-bike. Secondo l’Osservatorio nazionale sulla sharing mobility “un veicolo condiviso su 3 è un monopattino”. A lanciarli proprio l’anno della pandemia: nel 2020 sono stati compiuti 7,4 milioni di noleggi con questo mezzo e sono stati percorsi 14,4 milioni di chilometri. Rispetto al 2019, è aumentata la durata di percorrenza (poco più di 12 minuti) e la distanza dei noleggi (1,8 km).

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Università Firenze, lascia il rettore Luigi Dei. Riesame ha respinto ricorso contro misura interdittiva

next
Articolo Successivo

Coronavirus, i dati – 6902 nuovi casi e 22 morti. Rallenta l’incremento dei contagi, ma non si ferma l’aumento dei ricoveri

next