E niente. Il Martedì la Reggia di Caserta è chiusa. In agosto“. Questo il tweet di Tommaso Monacelli, secondo biografia docente all’Università Bocconi e collaboratore de La Voce. Nel messaggio, Monacelli ha taggato l’account ufficiale della Reggia e infatti ecco la risposta: “Salve, come tutti i grandi luoghi di cultura, abbiamo un giorno di chiusura settimanale (il martedì), ma siamo sempre aperti nei festivi (con le eccezioni del caso). La chiusura consente, tra l’altro, attività di cura e manutenzione che diversamente non si potrebbero fare“. Monacelli non molla: “Grazie della risposta. La mia sorpresa è che la chiusura quantomeno non fosse sospesa in agosto. Capisco novembre“. E poi, quasi a confutare la risposta dello staff social della Reggia: “Oggi martelli pneumatici ovunque nonostante l’apertura. Non avrebbe senso sospendere la chiusura settimanale solo da giugno a settembre? E dedicare la manutenzione ad altri periodi. E far lavorare più persone“. Secondo CasertaToday, “erano in corso i lavori per la posa in opera della Fibra ottica nel parco Reale che consentirà di installare un nuovo impianto di sorveglianza ed offrire una connessione wifi gratuita ai visitatori”. L’account @reggiadicaserta ha risposto con una sorta di “guida”: “Il martedì consigliamo di visitare luoghi di assoluta meraviglia del territorio, come il Belvedere di San Leucio oppure l’Anfiteatro campano di Santa Maria Capua Vetere e il mercoledì potrà venire in Reggia A presto!“. Finita così? Macché. Sul social dove la generazione di polemiche pare ormai un automatismo ecco spuntare sostenitori dell’una e dell’altra ‘fazione’: “Secondo me il ferro va battuto fin che é caldo, guarda caso agosto quest’anno ha 5 martedì, vi siete giocati un sesto degli degli incassi”, “Palestre aperta H24 e voi non potete organizzare manutenzioni chiudendo piccoli settori alla volta…”, “Quanto squagliate le pall*e dall’alto del vostro piedistallo… Pure a New York hanno la chiusura settimanale per pulizia e manutenzione ma voi no, dovete paragonare un luogo d’arte ad una palestra. Ma marinate nella vostra ignoranza!”, “Tanti chiudono ma non proprio tutti: il Prado, il British, la National Gallery, il Rijksmuseum, il museo Van Gogh, il museo dell’Acropoli di Atene, il museo Egizio di Torino e chissà quanti altri… sono sempre aperti tutto l’anno, non è fantascienza”, “Amici della Reggia, date a quest’uomo una ramazza, acciocché apprezzi quanto rapidamente si possa pulire una sala del trono di un ettaro e le altre 400 stanze del complesso. Datela lunedì sera, così per martedì state aperti”, alcuni tweet.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Gigi D’Alessio diventa padre per la quinta volta: la nuova compagna Denise Esposito è incinta. E la Tantagelo “non sta a guardare”…

next
Articolo Successivo

Disforia di genere, che cos’è e e cosa bisogna fare per creare consapevolezza: “Può comportare un disagio significativo”

next