Huawei MateBook X Pro è un portatile da 13,9 pollici caratterizzato dall’ottimo mix tra dimensioni e potenza di calcolo. All’interno di un elegante chassis metallico infatti è racchiusa una piattaforma hardware di discreta potenza, sufficiente a consentine l’utilizzo anche come postazione domestica per lo svolgimento di task più impegnativi, come ad esempio montaggio video, ovviamente però non a livello professionale. Sul Web è possibile trovarlo con circa 400 euro di sconto. Il prezzo certamente non ancora adatto a tutte le tasche ma che può rappresentare un investimento sensato per chi ha esigenze specifiche. Online è possibile reperire il modello descritto di seguito su due shop, da MediaWorld e, con uno sconto inferiore da Unieuro, che lo propone a 1699 euro.

L’elegante corpo metallico con taglio a diamante e rifinitura sabbiata ha uno spessore di soli 14,6 mm e un peso di 1,33 Kg ed è quindi facile da trasportare ovunque, sia pe svago che per lavoro. Il fontale è dominato dallo schermo (che occupa il 91% grazie alle cornici sottilissime), un pannello con diagonale di 13.9 pollici, rapporto 3:2, risoluzione di 3000 x 2000 pixel e copertura del 100% della gamma cromatica sRGB.

La dotazione prevede invece un processore Intel Core i7-10510U, scheda grafica dedicata Nvidia GeForce MX250, 16 GB di RAM e unità a stato solido da 1 TB. Moduli WiFi 802.11ac e Bluetooth 5.0, una porta USB-A, due USB-C di cui una con supporto alla tecnologia Thunderbolt 3.0, jack audio da 3,5 mm e batteria da 57,4 Wh, in grado di garantire fino a 12 ore di navigazione Web, 13 ore di video playback in Full HD o 14 ore di lavoro normale, ne completano la dotazione.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Regione Lazio, la Waterloo hi-tech è una dolorosa lezione

next
Articolo Successivo

Google Pixel 6, ufficiale il nuovo smartphone e il primo processore proprietario

next