I Milwaukee Bucks sono campioni Nba, Giannis Antetokounmpo è l’Mvp delle Finals e la stella del basket mondiale. Con i suoi 50 punti il talento greco ha determinato gara 6, chiusa con il punteggio finale di 105 a 98. Nulla da fare per i Phoenis Suns, sconfitti 4-2 nella serie. Il titolo torna alla franchigia del Wisconsin 50 anni dopo la prima volta, nel lontano 1971.

Antetokounmpo ha chiuso la seria con una media di 35.2 punti e 13.2 rimbalzi di media, consacrandosi anche nelle partite decisive dopo aver già messo in bacheca due titoli Mvp della regular season. Ma i Bucks hanno vinto, meritatamente, perché hanno avuto una squadra solida attorno al primo violino, con altri protagonisti determinanti quanto la stella greca: Khris Middleton su tutti, ma anche Jrue Holiday, grande difensore che in queste Finals ha saputo segnare ed essere determinante. I Suns hanno accarezzato il sogno di arrivare al titolo, dopo aver vinto le prime due partite della serie. Per Chris Paul, a 36 anni, poteva essere il titolo della consacrazione. Per Devin Booker, talento che sta mostrando tutte le sue potenzialità, ci sarà tempo per rifarsi.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Antonio Rossi, infarto durante la maratona: l’ex campione olimpico ricoverato in ospedale

next
Articolo Successivo

Olimpiadi, dopo Sydney 2000 i Giochi tornano in Australia: Brisbane ospiterà l’edizione 2032

next